La Razza

A prima vista il Weimaraner si distingue per il suo bel mantello color grigio argento e i suoi begli occhi chiari....è un cane bellissimo ed ha anche tanti pregi e se avete la fortuna di incontrarne un esemplare, la sua personalità vi colpirà. Il Weimaraner è un perfetto cane da famiglia, affidabile con i bambini, ubbidiente e facilmente addestrabile; il cucciolo è allegro e giocherellone, ha una certa tendenza a giocare con la bocca e va quindi indirizzato verso giocattoli adeguati.... in fondo non è diverso da altri cani!

 

E' un cane pulito, ama riposare su comodi cuscini (in casa abituatelo sul suo personale cuscinone), vive bene in casa, senza invadere gli spazi del padrone, ma anche in giardino,fa la guardia senza essere però un fanatico della difesa della proprietà, non ama molto stare da solo ma in compagnia. 

 

Eccellente cane da caccia, cane da ferma continentale appartenente al settimo gruppo, adatto a cercare, riportare su qualsiasi terreno e in acqua, è appassionato del lavoro e lo si vede anche dal suo modo di muoversi. Nell'addestramento non ama i rimproveri irruenti e violenti, va tratato con molta dolcezza per non urtare la sua sensibilità...con le buone maniere si ottiene tutto.

 

ADATTO A CHI

 

Non avete bisogno di essere un appassionato cacciatore per sceglierlo come compagno.Una famiglia attiva e sportiva è preferibile ad una sedentaria e non stimolante.Molto affettuoso e nello stesso tempo discreto, il wemaraner è adatto a chi sa apprezzare il suo spirito libero....E' facile da educare, pulito e robusto, capace di adattarsi a condizioni di vita differenti. Può seguirvi facilmente anche negli spostamenti. Anzi, preferisce decisamente venire con voi allo stare solo.

 

L’EDUCAZIONE

 

Il weimaraner ha un carattere docile e mansueto, è un cane versatile ed addestrabile. 

Nell'educazione non bisogna mai dare per scontato nulla, tutto va insegnato e tutto va imparato...e negli insegnamenti il padrone deve essere coerente, non cedere a languidi sguardi....es.: se decidiamo di non far salire il cane sul divano e con dolcezza lo facciamo scendere e lo accompagnamo nel posto a lui designato, non ci dovrà mai essere un cedimento nel farlo rimanere sul divano, non possiamo pensare "va bene per questa volta..." perchè il cane percepirà la nostra incertezza e tenderà a rifare l'azione che a noi non sta bene.

Il padrone di solito tende a far troppe coccole... bisogna giocare col cane e coccolarlo quasi con un tempo stabilito, es. 5 minuti, poi interrompere per poi riprendere.

Il weimaraner, tende molto ad attaccarsi alla famiglia, al padrone quindi può capitare di sentirlo abbaiare molto quando lo si lascia solo, deve quindi imparare a restare solo con brevi periodi di isolamento nel posto da voi scelto inizialmente bastano anche 5 minuti per volta.... chiudere , lui abbaia, si rientra nel luogo, possibilmente in silenzio, si sta con lui, poi si riesce e si ripete l'azione più volte, allungando durante il corso dei giorni, il tempo.Il cane imparerà ad aspettare perchè sarà rassicurato all'idea che il padrone tornerà.

In realtà, gli strumenti per condurre una relazione serena, gratificante e produttiva,  sono essenzialmente:

affetto, autorevolezza, coerenza, comprensione e pazienza.

Copyright © 2013 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.